Neuroscienze, Psicologia clinica, Psicologia generale, Relazione d'aiuto

AMORI AVVELENATI E MENTI MANIPOLATORIE

Schermata 2018-02-24 alle 10.04.46

La Settimana del Cervello (Brain Awareness Week) è una ricorrenza annuale dedicata a sollecitare la consapevolezza nei confronti della ricerca sul cervello.

Coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa e dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati Uniti, l’iniziativa è il frutto di un enorme coordinamento internazionale al quale partecipano le Società Neuroscientifiche di tutto il mondo  e a cui, dall’edizione 2010, hanno aderito anche la Società Italiana di Neurologia e la European Accademy of Neurology (Sito Neuro.it )

In Italia la Settimana del Cervello si svolgerà al 12 al 18 marzo 2018: è una celebrazione “fuori dal comune e dagli schemi”, come viene definita dagli organizzatori e sarà promossa da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica che da oltre dieci anni diffonde i più recenti studi del settore, attraverso la raccolta degli eventi sul sito web Settimana del cervello

Ho quindi deciso di aderire con due giovani e validissime colleghe, le psicologhe Valentina Ortu e Valentina Galuppo, proponendo un evento che fa da ponte tra le Neuroscienze e la Psicologia: “Amori avvelenati e menti manipolatorie”.

L’evento si svolgerà il 13 marzo 2018 alla Libreria Belgravia di Via Vicoforte 14/d

Ci siamo chieste: Come fa un amore a diventare malato? Cosa spinge una persona a plagiare chi ama? Cosa accade nel cervello della vittima?

Partendo da casi di cronaca, scopriremo insieme cos’è la manipolazione affettiva, in quali forme si può manifestare, le strategie per riconoscerle e i mezzi per difendersi.

 “Coraggio, dalle un morso”: tutto ebbe inizio così.

Quella che sembrava una mela succosa era in realtà un enorme inganno. Come nelle fiabe, anche nella realtà può accadere che un amore si riveli una trappola, un’ossessione o una forma di ricatto.
Un amore avvelenato può portare una persona a diventare vittima di un’altra. Attraverso metodi e schemi subdoli, che soddisfano i propri bisogni, il manipolatore veicola messaggi ambigui e incoerenti che distorcono nell’altro la percezione della realtà rendendolo dipendente. Nel loro cervello si innescano meccanismi chimici diversi che danno vita a pensieri e comportamenti disfunzionali.

Info: https://goo.gl/sPZ2Sy
Iscrizioni: https://goo.gl/jUzv4M

 

 

Annunci