Psicologia clinica, Psicologia generale, Relazione d'aiuto

L’elaborazione del lutto e del distacco: “finchè morte non ci separi” (2 parte)

L’elaborazione del lutto L’esito positivo del lutto si ha quando la persona riesce a sostenere quello che John Bowlby chiama “tormento emotivo”. Occorre tener presenti tre aspetti che ne caratterizzano il processo di elaborazione. 1- Tempi adeguati: il tempo, da solo, non guarisce il dolore. Una persona depressa, che si chiude in se stessa e tra… Continue reading L’elaborazione del lutto e del distacco: “finchè morte non ci separi” (2 parte)

Psicologia clinica, Psicologia generale, Relazione d'aiuto

L’elaborazione del lutto e del distacco: “Finchè morte non ci separi” (1 parte)

“Quando sei nato tutti sorridevano, tu solo piangevi. Vivi in maniera che, quando morrai, tutti piangano e tu solo sorrida”. (Proverbio arabo). “Ma lei mi manca. So bene che è lei a mancarmi, non lo stupido fantasma di un desiderio irreale. Mi accompagna ovunque con la sua assenza, non riesco a scrollare da me la certezza… Continue reading L’elaborazione del lutto e del distacco: “Finchè morte non ci separi” (1 parte)

Criminologia, Relazione d'aiuto

Perchè le impronte

Il 23 febbraio 2010 ho creato una pagina personale su Facebook sulla quale, da qualche tempo, "lascio l'impronta delle mie mani" come Psicologa ed esperta nelle Relazioni d'aiuto. Un'impronta digitale è un'impronta lasciata dai dermatoglifi dell'ultima falange delle dita delle mani. Un dermatoglifo è il risultato dell'alternarsi di creste e solchi; essi sono presenti sulle palme della mano,… Continue reading Perchè le impronte