Psicologia clinica, Psicologia generale, Relazione d'aiuto

L’elaborazione del lutto e del distacco: “finchè morte non ci separi” (2 parte)

L’elaborazione del lutto L’esito positivo del lutto si ha quando la persona riesce a sostenere quello che John Bowlby chiama “tormento emotivo”. Occorre tener presenti tre aspetti che ne caratterizzano il processo di elaborazione. 1- Tempi adeguati: il tempo, da solo, non guarisce il dolore. Una persona depressa, che si chiude in se stessa e tra… Continue reading L’elaborazione del lutto e del distacco: “finchè morte non ci separi” (2 parte)

Annunci
Psicologia clinica, Psicologia generale, Relazione d'aiuto

L’elaborazione del lutto e del distacco: “Finchè morte non ci separi” (1 parte)

“Quando sei nato tutti sorridevano, tu solo piangevi. Vivi in maniera che, quando morrai, tutti piangano e tu solo sorrida”. (Proverbio arabo). “Ma lei mi manca. So bene che è lei a mancarmi, non lo stupido fantasma di un desiderio irreale. Mi accompagna ovunque con la sua assenza, non riesco a scrollare da me la certezza… Continue reading L’elaborazione del lutto e del distacco: “Finchè morte non ci separi” (1 parte)

Antropologia, Psicologia generale

Antropologia della morte e la morte rinascita. La psicologia del cambiamento: la “morte dell’uomo vecchio” che “rinasce in un uomo nuovo. (Parte 1)

“…L’individualità umana… è la sola a mostrarsi lucida di fronte alla morte, a patirne il trauma e cercare di negarla attraverso l’elaborazione del mito dell’immortalità…” (E. Morin) “…Chi non sta nascendo, sta morendo…” (Bob Dylan) Dal punto di vista antropologico il primo dato fondamentale, universale, della morte umana è la sepoltura. Non esiste praticamente nessun… Continue reading Antropologia della morte e la morte rinascita. La psicologia del cambiamento: la “morte dell’uomo vecchio” che “rinasce in un uomo nuovo. (Parte 1)